Chiffon cake al caffè con crema al cocco e ricotta

Buondì, e con la ricetta che vi propongo non potrebbe essere altrimenti…

Cosa c’è di meglio di una sofficissima, altissima e buonissima chiffon cake che ci attende a colazione? Beh, credo il fatto che, oltretutto, è al caffè 😉

Le dosi sono per 8 persone ma potete ridurle o aumentarle in proporzione, per la sua realizzazione è necessario lo stampo apposito da chiffon cake, in questo caso da 26-28 cm di diametro.

INGREDIENTI:

zucchero, 300 g

farina 00, 235 g

6 uova

acqua e caffè (metà e metà del totale), 160 g

olio di semi (meglio se di girasole), 120 g

un cucchiaino di bicarbonato

una bustina di lievito per dolci

una bustina di vanillina o un cucchiaino di aroma alla vaniglia

un pizzico di sale

PER LA CREMA:

ricotta, 250 g

miele (acacia o millefiori), 2 cucchiai

farina di cocco, 20 g

PREPARAZIONE: separate tuorli e albumi in due ciotole grandi.

Montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungete acqua, caffè, olio, vanillina e mescolate sempre con la frusta.

Nell’altra ciotola montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale, quindi incorporateli delicatamente e poco per volta al composto coi tuorli, mescolando dal basso verso l’alto con una spatola o un cucchiaio di legno.

A parte mescolate farina, bicarbonato e lievito, uniteli poi al composto “liquido” passandoli da un setaccio e poco alla volta, mescolando.

Prendete lo stampo, ungetelo e versatevi il composto. Cuocete in forno caldo e statico a 165 gradi 55 minuti, poi a 175 gradi per 10 minuti.

Sfornate, capovolgete su una gratella e lasciate raffreddare in questa posizione per almeno 5 ore. Il dolce si staccherà da solo.

Mentre la torta cuoce preparate la crema: in una ciotola mescolate con una frusta tutti gli ingredienti e ponete in frigo coperta con pellicola fino al momento di usarla per decorare. Io l’ho messa in una sac a poche con beccuccio a stella e ho realizzato tanti ciuffetti sulla superficie del dolce, ma spazio alla fantasia! 🙂


Panini morbidissimi

Ah, i panini morbidosi, ma quanto son buoni? Oltretutto ideali sempre…Anche a colazione, magari con un generoso strato di marmellata… ok, manca molto a domattina?

INGREDIENTI PER 8-9 PANINI

farina 00, 450 g

acqua, 200 g

2 albumi

zucchero, 40 g

lievito di birra fresco, 18 g

burro fuso, 25 g

sale, 4 g

PREPARAZIONE: il procedimento può essere fatto sia a mano che con la planetaria.

Sciogliere il lievito in due dita d’acqua (presa da quella citata tra gli ingredienti). Sbattere gli albumi con l’acqua rimasta, utilizzando un frullatore elettrico oppure direttamente nella ciotola della planetaria. Aggiungere zucchero, il lievito sciolto e il burro, sempre mescolando (con un cucchiaio di legno se fatto a mano). Unire metà della farina, mescolare e aggiungere la rimanente assieme al sale. Impastare a mano per 15-20 minuti o, se si usa la planetaria, impastare con frusta K a bassa velocità per lo stesso tempo. Formare una palla e far lievitare coperto per almeno 90 minuti, massimo due ore. Versare la pasta su un piano di lavoro leggermente infarinato e schiacciarla con le mani, dunque dividerla in 8 parti uguali. Ognuna di esse dovrà esser stesa a formare dei rettangoli di circa 13×9 cm. Arrotolare ogni rettangolo su se stesso dal lato più lungo, formando i panini. Foderare la teglia del forno con l’apposita carta, su di essa sistemarvi i panini distanti di circa 1-2 cm. Non spaventatevi se si appiccicano tra di loro, dopo la cottura si staccano facilmente. Coprire e far lievitare per altri 40 minuti. Scaldare il forno a 190 gradi. Pennellare la superficie dei panini con albume o latte e cuocere per 15 minuti. Sfornare, lasciare in teglia 10 minuti poi porre su una gratella.

I vostri panini sono pronti!

Se non li consumate tutti il giorno stesso della preparazione, poneteli nei sacchetti utilizzati per la conservazione in freezer, togliete l’aria e chiudeteli. Si conservano anche per 3 giorni!


Saccottini al cioccolato senza uova

I saccottini, chi l’ha detto che si possono preparare solo con uova e burro?Beh, in questa ricetta non ne avrete bisogno, quindi oltre che golosissimi sono pure più leggeri e adatti anche a chi non tollera le uova. Riguardo ai latticini questi possono esser sostituiti con i loro simili di origine vegetale. Ideali per merenda, ma provateli a colazione inzuppati nel latte caldo…

Per la ricetta mi sono ispirata a quella di Fatto In Casa da Benedetta

Ingredienti per 12-14 saccottini:

ricotta, 250 g

zucchero, 120 g

latte, 120 ml

olio di semi di girasole, 100 ml

una bustina di lievito per dolci

farina 00, 500 g

una tavoletta di cioccolato fondente

Preparazione: in una ciotola mescola ricotta e zucchero ottenendo una sorta di crema. Aggiungi il latte, l’olio e mescola ancora. Unisci il lievito e mescola, amalgamando bene. Aggiungi poca farina per volta cominciando ad impastare. Trasferisci il tutto su un piano di lavoro infarinato e prosegui ad impastare, aggiungendo farina finchè la pasta non appiccica e risulta bella liscia.  Dividi la pasta in tre parti uguali. Copri il piano di lavoro con un foglio di carta forno infarinato e su di esso stendi col mattarello una parte dell’impasto in forma rettangolare e abbastanza sottile. Spezza il cioccolato e  ponilo sul lato più lungo in mucchietti distanziati fra di loro (per ogni sfoglia ne devono venire 4 o 5). Comincia ad arrotolare la sfoglia sul cioccolato aiutandoti con la carta forno, taglia col coltello dando forma ai  saccottini. Stesso procedimento per le altre parti della pasta. Trasferisci sulla teglia del forno e cuoci  a 180 gradi per 20- 25 minuti. Controlla comunque la cottura per non rischiare di colorirli troppo. Sforna, lascia raffreddare e cospargi con zucchero a velo.


I Dorayaki

Eheh, il gatto Doraemon ha tutte le ragioni per esserne ghiotto…Ma quanto son buoni? Questi dolcetti giapponesi parenti stretti dei pancakes sono come le ciliegie, ovvero uno tira l’altro! La loro farcitura originale prevederebbe l’utilizzo di marmellata di fagioli azuki (anko) o crema ai marroni…ma, in assenza, potete sostituire con semplice marmellata di frutta o crema alla nocciola; io ho usato quest’ultima, prossimamente spero di poterli provare con l’anko. Facilissimi da preparare, ottimi per merenda, ma nulla vieta di papparli anche a colazione…

Ingredienti per circa 6 dorayaki (quindi 12 “pancakes” singoli):

farina 00, 100 g

zucchero, 50 g

2 uova

miele di acacia o millefiori, 1 cucchiaio

lievito per dolci, 1 cucchiaino

acqua, 2 cucchiai

Preparazione: versare tutti gli ingredienti in una ciotola e frullare fino ad ottenere una pastella non troppo liquida. Coprite con della pellicola e fate riposare per 10 minuti. Prendete un padellino antiaderente e fatelo scaldare su fiamma bassa; senza aggiungere burro, cominciate a versare un piccolo mestolino (o due cucchiaiate) per volta di composto all’interno di esso, così per ogni pancake. Fate cuocere finchè sulla superficie di essi si formano delle bollicine, quindi aiutandovi con una spatola girateli e fate cuocere ancora un minuto. Trasferite ora i pancakes su di un vassoio e farciteli con un paio di cucchiaini del ripieno prescelto, accoppiandoli poi come fossero dei panini.


Flan di lattuga e spinaci alla curcuma

Moooo… È da marzo che non pubblicavo piú nulla?? Dovrei mettermi in punizione da sola, e a vita, ahahah 🙂 Se vi offro questo meraviglioso flan mi perdonate? 😉 In questo periodo mio babbo ha molta lattuga nel suo bell’orticello, ma sapete, dopo un po’ stufa a mangiarla sempre nello stesso modo, condita con olio sale e al massimo una spruzzata di aceto… E allora, ho cercato un modo diverso di utilizzarla; ed eccolo qua, un gustosissimo flan “in verde” aromatizzato dalla magica curcuma!

Ingredienti per 6 persone:

lattuga, 200 g

spinaci, 500 g

3 porri

uno spicchio d’aglio

mezzo cucchiaino di curcuma

4 uova

panna da cucina, 200 ml

parmigiano o grana grattugiato, 80g

Provolone grattugiato, 70 g

Un cucchiaio di prezzemolo tritato

sale pepe olio evo

Preparazione: lavate e asciugate la lattuga, dunque tagliatela a striscioline. Sbollentate in acqua e sale gli spinaci per un minuto, scolateli, strizzateli e tritate grossolanamente. Tritate finemente l’aglio e fatelo soffriggere in padella con tre cucchiai d’olio, unite i porri tagliati a rondelle non troppo grosse e rosolate per 7-8 minuti. Unite la lattuga e gli spinaci, regolate di sale e pepe; aggiungete la curcuma, il prezzemolo e fate insaporire qualche minuto, spegnete il fuoco e fate intiepidire.

In una ciotola rompete le uova, unite la panna, i formaggi e mescolate bene, regolando di sale e pepe. Prendete uno stampo di 22 cm di diametro (oppure rettangolare di media grandezza) e foderate con carta  forno. Versate nello stampo le verdure, stendendole per tutta la base di esso. Unite ora il composto di uova e panna.

Cuocete in forno a 200 gradi (statico) per circa 30 minuti. Sfornate, fate almeno intiepidire e togliete dallo stampo.

imageimage


Il Bracciatello!!

Meglio tardi che mai, ma sono qua per presentarvi sua maestà ^_^ il bracciatello!

Tipico della cucina romagnola, il bracciatello (brazadèl in dialetto) è un prodotto da forno che viene preparato tradizionalmente per Pasqua. A base di uova e farina, il bracciatello ha una forma a ciambella e una consistenza solida e filamentosa. Esso viene prima fatto cuocere in acqua bollente, pennellato con albume e passato in forno. Ottimo da solo, ideale per accompagnare salumi vari. In alcune zone è tradizione farlo benedire la sera della vigilia di Pasqua per poi gustarlo il giorno dopo.

La preparazione, come vi dicevo, è a base di uova e farina, quindi molto semplice.

Le dosi che vi lascio bastano per 4/5 bracciatelli.

Ingredienti:

farina 00, 1 kg

6 uova

un albume per pennellare

una presa di sale

acqua tiepida se necessaria

Preparazione: disporre la farina a fontana su un piano da lavoro, rompere le uova al centro di essa, unirvi il sale e con una forchetta cominciare a sbatterle, amalgamandovi pian piano la farina. Cominciate ad impastare e , se necessario, unite poca acqua tiepida. Otterrete un impasto simile a quello per fare la pasta all’uovo. Copritelo con un panno e fate riposare una mezz’oretta. Suddividete la pasta in 4/5 parti uguali; con ognuna di esse formate dei lunghi cilindri che richiuderete a mo’ di ciambella. Per fare le classiche punte sulla superficie, utilizzate un paio di forbici e praticate dei tagli obliqui verso l’alto.

In una pentola fate bollire abbondante acqua leggermente salata, immergetevi un bracciatello per volta per un paio di minuti, scolate bene e posizionate sulla teglia del forno, coperta con un foglio di carta forno. Pennellate la superficie di ogni  bracciatello con l’albume leggermente sbattuto. Scaldate il forno a 200 gradi e infornate per circa 30 minuti, o comunque finchè i bracciatelli risulteranno ben dorati. Sfornate e fate raffreddare.

Io vi consiglio di conservarli in sacchetti per la conservazione dei cibi in freezer.

12802736_10205967635132671_8913516787031529827_n

4 Comments
POSTED IN: ,


Bueno cheesecake

Scusate, colpa mia, il tempo fa le bizze perchè finalmente torno qui a pubblicare!! Mamma mia, prima un sole splendido e temperatura a 18 gradi…poi neve e 4 gradi…poi ancora sole e caldino…e poi mi meraviglio se mi torna il raffreddore… Vabbè, vi va di consolarci con una bella fetta di questa cheesecake? E’ nato come un esperimento, non avevo mai utilizzato i kinder bueno in una ricetta, devo dire che l’esperimento è più che riuscito! Con quel leggero gusto di nocciola poi…irresistibile, in men che non si dica, puff.. sparita!

Ingredienti per 8-10 persone (stampo tondo a cerniera 26 cm di diametro)

per la base:

frollini al cacao, 200 g

burro fuso freddo, 95 g

per la crema:

2 uova e 1 tuorlo

zucchero, 90 g

formaggio fresco spalmabile, 500 g

panna liquida, 2oo ml

6 barrette di kinder bueno

1/2 fiala di aroma alla vaniglia

fecola di patate o amido di mais, 20 g

Preparazione: tritate molto finemente i biscotti frollini, riducendoli in polvere; unitevi il burro e mescolate. Foderate lo stampo con carta forno, versatevi il composto e distribuitelo per tutta la base premendo con il dorso di un cucchiaio. Ponete in frigo per un’ora o freezer per 30 minuti.

Preparate la crema: montate in crema uova, tuorlo e zucchero. A parte frullate i kinder bueno, ottenendo una sorta di cremina,  uniteli al composto di uova e zucchero e mescolate bene. Unite il formaggio fresco e mescolate con una frusta a mano finchè non sarà tutto ben amalgamato, unite la panna, la vaniglia e la fecola, mescolate ancora, ottenendo una crema ben omogenea.

Scaldate il forno modalità statica a 180 gradi.

Prendete la base biscotto e versatevi sopra la crema, livellandola bene.

Infornate per 30 minuti a 180 gradi, poi abbassate a 160 per altri 30-35 minuti.

Spegnete il forno, lasciatevi all’interno la cheesecake per 10 minuti, poi sfornate e fate raffreddare completamente prima di sformare.

Decorate a piacere con pezzetti di kinder bueno e topping al cioccolato.

DSC01593[1]

DSC01594[1]

 

6 Comments
POSTED IN:


Ciambella allo yogurt greco glassata al miele

Oggi il buongiorno me lo sono data così, con questa ciambella, semplice, soffice e buonissima! E mentre scrivo ho una ciambella pure sulle gambe…non sono impazzita,  questa ciambellina sarebbe la mia cagnolina, che se la dorme tranquillamente, appunto, acciambellata ^_^

La ricettina è per uno stampo di 23 cm di diametro, ma  potete tranquillamente aumentare le dosi.

Ingredienti:

farina 00, 145 g

zucchero, 150 g

3 uova

yogurt greco bianco, 150 g

olio di semi (per me girasole), 100 ml

1 bustina di vanillina

mezza bustina di lievito per dolci

miele liquido (per me acacia) q.b.

Preparazione: separate tuorli e albumi. In una ciotola miscelare farina, zucchero, vanillina e lievito, fate un buco al centro e versatevi lo yogurt, i tuorli e l’olio, mescolate il tutto ottenendo un composto omogeneo. Montate a neve ferma gli albumi e aggiungeteli al composto, mescolando delicatamente.  Imburrate e infarinate uno stampo per ciambella, versatevi il composto e infornate a 180 gradi per 40/45 minuti. Sfornate fate raffreddare nello stampo e poi sformate.  Glassate con il miele che preferite, ma vi consiglio di non scegliere quelli dal sapore troppo intenso.

DSC01570[1]

DSC01574[1]

 


Meringata con cioccolato fondente

 Torno da una luuuuuuunga pausa, lo so, ma con il caldissimo di quest’anno avevo poca voglia di cucinare, proprio giusto pranzo e cena il minimo indispensabile 😀 Ora con l’arrivo dell’autunno, tenetevi pronti perchè tornerò! (si è una minaccia, muahahah) Intanto oggi comincio con dolcezza, ovvero con una golosissima e semplicissima meringata…un dolce che davvero richiede pochissimi ingredienti e che, a mio avviso,non ha bisogno di particolari farce, io infatti uso solo del buon cioccolato fondente…come dico io, semplice ma efficace 😉

Ingredienti per 6 persone:

3 albumi

zucchero, 300 g

panna fresca, 500 ml

2 cucchiai di zucchero a velo

cioccolato fondente, 100 g

Preparazione: sbattete gli albumi con le fruste elettriche (o planetaria); quando sono quasi del tutto montati a neve cominciate ad aggiungere lo zucchero un cucchiaio per volta in modo che venga tutto perfettamente amalgamato, continuate a frullare per circa 5 minuti finchè il composto risulterà lucido e omogeneo. Ponete un foglio di carta forno su di una teglia e formate un disco di meringa abbastanza spesso (24 cm di diametro). Foderate di carta forno un’altra teglia e versatevi il composto rimanente livellandolo. Cuocete le meringhe in forno caldo a 120 gradi per 45 minuti. Spegnete e fate raffreddare. Montate la panna con lo zucchero a velo e tritate il cioccolato. Staccate lentamente il disco di meringa dalla carta forno e ponetelo sulla base di uno stampo a cerniera. Mettete la panna in una sac a poche e fate un primo strato sopra alla meringa, aggiungete metà del cioccolato e fate ancora uno strato di panna, terminandola. Sbriciolate l’altra meringa e ricoprite interamente la torta. Guarnite col cioccolato rimanente, chiudete lo stampo e ponete in freezer a solidificare almeno per mezz’ora. Per servire, sformate il dolce aprendo la cerniera dello stampo e toglietelo dal freezer 20 minuti prima di servirlo. Se ne avanza riporlo in freezer.

DSC01553[1]        DSC01554[1]     DSC01557[1]        DSC01563[1]

10 Comments
POSTED IN:


Lasagna di carasau con verdure e stracchino

Buonforno!! Ehm, cioè…buongiorno!! E infatti vi propongo una ricetta in cui si deve utilizzare proprio il tanto amato forno durante la stagione estiva..perchè io mica ci riesco a starci lontano per troppo tempo…comunque sia non vi chiedo di usarlo per ore, ma solo una mezz’oretta…e credetemi ne vale davvero la pena!

Ingredienti per 4 persone:

pane carasau, 120 g

2 zucchine

2 melanzane non troppo grandi

stracchino, 300 g

formaggio grattugiato (parmigiano, grana, pecorino..), 80 g

brodo vegetale caldo, circa 500 ml

sale

olio evo

prezzemolo tritato, una manciata

Preparazione : pulite e lavate le verdure, tagliatele a fette sottili nel senso della lunghezza e passatele in padella con poco olio e per pochi minuti. Ponete le fette su un piatto e tenete da parte. Prendete una pirofila (io uso pirofila rettangolare 25×16 cm), ungetela con olio anche sui bordi. Fate un primo strato con le verdure e cospargete con  un pizzico di sale. Procedete con uno strato di carasau (40 g), bagnate con un mestolino di brodo e fate un altro strato di verdure, salate, aggiungete qualche cucchiaiata di stracchino e una manciata di formaggio grattugiato. Proseguite con uno strato di carasau, brodo, verdure, stracchino e formaggio fino a terminare gli ingredienti, dovrebbero venire tre strati, l’ultimo dei quali dev’essere di verdure stracchino e formaggio grattugiato. Cospargete la superficie col prezzemolo e infornate a 180 gradi per 30 minuti (se durante la cottura vedete che la superficie scurisce troppo abbassate a 170 gradi). Ottime sia calde che fredde.

DSC01538[1]

 

 

DSC01539[1]