Category Archives: Lievitati Salati

Ciambella salata con salame e olive nere

Buon sabato e buon weekend a tutti!Oggi un gran sole, ma che fffrrrriiiooo!! e infatti sono mezza raffreddata -.- spero di riprendermi in fretta che tra poco devo partire per Londra!! E non vedo l’ora, è il mio sogno da una vita e finalmente si realizzerà 🙂

Una ciambella, ma salata, gustosissima, con salame e olive nere….facile da fare, ma ci vuole il suo tempo per una lievitazione perfetta 🙂

Ingredienti per 6-8 persone:

farina 00, 500 g
5 uova
sale, 8 g
un cubetto di lievito di birra
parmigiano grattugiato, 80 g

Per farcire:

salame a cubetti, 175 g
olive nere denocciolate (peso sgocciolato) tagliate a pezzetti, 150 g
formaggio tipo Emmenthal a cubetti, 100 g
olio e.v.o., q.b.

burro e farina per lo stampo

Preparazione: sciogliete il lievito in due dita d’acqua tiepida e fatelo riposare 5 minuti in modo che si attivi. In una ciotola (o nella planetaria) sbattete le uova con il lievito sciolto, unite la farina, il sale e cominciate ad impastare, unite anche il parmigiano e impastate di nuovo; trasferite la pasta sul piano da lavoro leggermente infarinato e lavorate di nuovo fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea. Riponete nella ciotola, coprite e lasciate lievitare per almeno tre ore (io per far lievitare meglio ho messo la pasta dentro al forno spento). Riprendete la pasta, dividetela in 7 parti, fate delle palline, copritele e lasciate a riposo per altri 35 minuti. Trascorso il tempo di riposo stendete ogni pallina in una sfoglia rettangolare abbastanza sottile (se necessario, infarinate la pasta ma il meno possibile), ungete ogni sfoglia con dell’olio. Mescolate i tre ingredienti per la farcia e riempite ogni sfoglia. Una volta che avrete riempito tutte le sfoglie, arrotolatele, partendo dal lato più corto. Tagliate a metà ogni rotolino ottenuto. Imburrate e infarinate uno stampo per ciambella di 22 cm di diametro e ponetevi all’interno tutti i rotolini di pasta, ponendoli in verticale (se vi sono spazi vuoti, si riempiranno una volta che la ciambella sarà lievitata), ponete la ciambella dentro al forno spento e lasciatela lievitare per una notte. Trascorso questo tempo togliete la ciambella dal forno e spennellate la superficie con dell’olio. Scaldate il forno a 175 gradi e ponetevi all’interno una teglia con dell’acqua per creare vapore, infornate e cuocete per 15 minuti, poi abbassate a 145 gradi e lasciate in forno ancora 30 minuti. Sfornate, fate intiepidire poi togliete dallo stampo.


Angelica salata

Questo lievitato non ha bisogno di tante presentazioni, è semplicemente una bontà indescrivibile, sfiziosissimo e davvero invitante…ok la preparazione non è certo breve, ma una volta pronto, il risultato è una soddisfazione per voi….e per il vostro palato ^_^

Ingredienti per 8 persone:
per il lievitino:

acqua tiepida, 75 g
lievito di birra fresco, 20 g
un cucchiaino di zucchero
farina (vanno bene sia manitoba che 00), 135 g

per l’impasto:

burro, 120 g
sale, 5 g
un tuorlo
parmigiano o grana grattugiati, 75 g
farina (manitoba o 00), 400 g
birra bionda, 150 g

per il ripieno:

pomodori secchi sott’olio, 100 g
feta, 100 g
una mozzarella da 125 g
speck a listarelle, 100 g (o altro)
olive verdi, 30 g
olive nere, 30 g
un cucchiaio di capperi

Preparazione: si comincia dalla preparazione del lievitino: in una ciotola sciogliete il lievito nell’acqua, unite lo zucchero, mescolate poi unite la farina setacciata e impastate, formate una palla, coprite con un panno e fate lievitare 1 ora.
Preparate l’impasto: in una ciotola sbattete il tuorlo con la birra, unite il parmigiano, il sale e mescolate. Unite la farina, mescolate prima con un cucchiaio di legno poi cominciate a impastare. Aggiungete il burro molto morbido e impastate bene finchè non sarà ben incorporato all’impasto. Unite il lievitino e impastate bene. Coprite l’impasto e fate lievitare 2 ore.
Nel frattempo preparate il ripieno: sgocciolate i pomodori e tagliateli a pezzetti, come pure il feta. Tagliate a rondelle le olive e a dadini la mozzarella. Riunite tutti gli ingredienti in un contenitore e mescolate.
Riprendete l’impasto e col mattarello stendete una sfoglia di circa mezzo centimetro di spessore e il più rettangolare possibile. Spennellate la superficie della pasta con dell’olio evo, cospargetela con il ripieno lasciando un poco di bordi, arrotolate la sfoglia partendo dal lato più lungo, stringendo bene. Una volta ottenuto una sorta di “salame”, tagliatelo a metà per il lungo, premete leggermente ogni metà per compattare, poi intrecciatele tra di loro, lasciando la parte con il ripieno visibile verso l’esterno. Ora con la treccia ottenuta formate una ciambella, saldando le due estremità. Ponete la ciambella sulla placca del forno coperta con carta forno e lasciate lievitare dentro al forno con la luce accesa per 30 minuti. Togliete la placca dal forno, riscaldatelo a 175 gradi (ventilato) poi infornate per 35/40 minuti.


Focaccia con pomodori secchi sott’olio e olive nere

Quanto mi piacciono le focacce! Da quelle più semplici a quelle arricchite, sono sempre adatte in ogni momento della giornata 🙂 
Ingredienti per 6 persone:

farina 00, 500 g
lievito di birra fresco, 25 g
acqua, q.b.
un pizzico di sale
olio e.v.o., 4 cucchiai
pomodori secchi sott’olio q.b.
olive nere denocciolate q.b.
origano

Preparazione: in una ciotola versate la farina, unite il lievito sciolto in mezzo bicchiere d’acqua, l’olio, il sale e cominciate ad impastare, aggiungendo acqua fino ad avere una pasta liscia e omogenea che non si appiccichi alle mani. Infarinate il fondo della ciotola, lasciatevi la pasta e coprite con un panno. Lasciate lievitare per un’ora. Prendete una teglia, oliatela bene e stendetevi la pasta con le mani. Mettete sulla superficie i pomodori ben sgocciolati, premendoli leggermente sulla pasta, le olive tagliate a filetti e una spolverata di origano. Date un giro d’olio e infornate a 180 gradi per 30 minuti.


La Parigina e la lettera F

Siamo giunti alla lettera F….beh con essa mi vien solo da pensare alla Felicità, tutti la inseguono ma pochi si accorgono della sua presenza.

– “Non è quanto si possiede, ma quanto si assapora a fare la felicità.”(Chareles Spurgeon)
– “Quanto più in fondo vi scava il dolore, tanta più gioia potrete contenere.”(Kahlil Gibran)
– “La suprema felicità della vita è essere amati per quello che si è o, meglio, essere amati a dispetto di quello che si è.” (Victor Hugo)


La Parigina, un incrocio tra pizza e rustico, base morbida e superficie croccante; buona e sempre adatta ad ogni occasione.

LA PARIGINA
Ingredienti per 4 persone
per la pizza:

acqua, 300 ml circa
farina, 500 g
mezzo cubetto di lievito
olio, 3 cucchiai
sale, 10 g
zucchero, un cucchiaino raso

per il ripieno:

polpa di pomodoro a pezzi, 400 g
prosciutto cotto, 150 g
provola a fette, 300 g
olio, 2 cucchiai
sale

un rotolo di pasta sfoglia

Preparazione: per prima cosa si deve preparare l’impasto per la pizza; mettete la farina a fontana e al centro tutti gli altri ingredienti (il lievito sciolto in poca acqua) e impastate bene. fate una palla, mettetela in una ciotola capiente, coprite con un panno e fate lievitare 2 ore.
Prendete una teglia di 30×40 cm, ungetela con olio poi adagiatevi sopra la pasta della pizza precedentemente stesa col mattarello. Coprite la teglia con della pellicola trasparente mentre in una ciotola versate i pomodori e conditeli con olio sale e pepe. Riprendete la pasta, ricopritela con circa 2/3 del pomodoro; adagiatevi sopra le fette di prosciutto, poi quelle di provola e infine il pomodoro rimasto. Srotolate la pasta sfoglia, appiattitela leggermente col mattarello, bucherellatela poi ricoprite il ripieno, chiudendo bene i bordi. Spennellate con olio e infornate a 200 gradi (forno già caldo) per 30/35 minuti.