Category Archives: Primi Piatti

Lasagna di carasau con verdure e stracchino

Buonforno!! Ehm, cioè…buongiorno!! E infatti vi propongo una ricetta in cui si deve utilizzare proprio il tanto amato forno durante la stagione estiva..perchè io mica ci riesco a starci lontano per troppo tempo…comunque sia non vi chiedo di usarlo per ore, ma solo una mezz’oretta…e credetemi ne vale davvero la pena!

Ingredienti per 4 persone:

pane carasau, 120 g

2 zucchine

2 melanzane non troppo grandi

stracchino, 300 g

formaggio grattugiato (parmigiano, grana, pecorino..), 80 g

brodo vegetale caldo, circa 500 ml

sale

olio evo

prezzemolo tritato, una manciata

Preparazione : pulite e lavate le verdure, tagliatele a fette sottili nel senso della lunghezza e passatele in padella con poco olio e per pochi minuti. Ponete le fette su un piatto e tenete da parte. Prendete una pirofila (io uso pirofila rettangolare 25×16 cm), ungetela con olio anche sui bordi. Fate un primo strato con le verdure e cospargete con  un pizzico di sale. Procedete con uno strato di carasau (40 g), bagnate con un mestolino di brodo e fate un altro strato di verdure, salate, aggiungete qualche cucchiaiata di stracchino e una manciata di formaggio grattugiato. Proseguite con uno strato di carasau, brodo, verdure, stracchino e formaggio fino a terminare gli ingredienti, dovrebbero venire tre strati, l’ultimo dei quali dev’essere di verdure stracchino e formaggio grattugiato. Cospargete la superficie col prezzemolo e infornate a 180 gradi per 30 minuti (se durante la cottura vedete che la superficie scurisce troppo abbassate a 170 gradi). Ottime sia calde che fredde.

DSC01538[1]

 

 

DSC01539[1]

 


Fusilli bucati con zucchine, fagiolini e speck

Niente, è inutile…nemmeno i 40 gradi all’ombra mi allontanano dai fornelli e dal forno! Come si dice, toccatemi tutto, ma non la cucina, non potrei davvero farne a meno….oltre che un “dovere” perchè oh, se deve magnà e quindi… per me è un antistress, una valvola di sfogo, un passatempo, un divertimento…insomma I <3 cooking ^.^

Questa è la stagione delle mille verdure che l’orticello offre, e io mi sbizzarrisco tra un sacco di preparazioni, oggi vi propongo una pasta buona buona per quanto semplice; uno dei miei formati di pasta preferiti è proprio questo, i fusilli bucati lunghi, che a mio avviso con questo condimento ci si sposano benissimo!

BUON WEEKEND

Ingredienti per 2 persone:

fusilli bucati lunghi, 200 g

una zucchina

fagiolini (lessi), 100 g

speck tagliato a striscioline, 80 g

una cipolla

olio e.v.o.

sale e pepe

Preparazione: tritate la cipolla e fatela soffriggere in padella con un filo d’olio, tagliate la zucchina a dadini e versatela in padella, cuocendo per qualche minuto finchè i pezzetti di zucchina diventano leggermente “arrostiti”, dorandosi leggermente; unite lo speck, fate rosolare tenendo la fiamma media. Infine unite i fagiolini tagliati a pezzetti, aggiustate di sale e pepe e lasciate insaporire per un paio di minuti. Cuocete la pasta in acqua bollente salata per 6-7 minuti, scolate e trasferite nella padella col sugo, saltate, date un giro d’olio a crudo e servite.

 

DSC01459[1]

DSC01461[1]

 

3 Comments
POSTED IN:


Lumaconi ripieni con ricotta e spinaci alla pizzaiola

Ieri ho tentato di fare il cambio dell’armadio, ma non me la sono sentita, diciamo che ho messo solo in ordine, perchè ancora non si capisce molto bene cosa voglia fare il tempo eheh…

Il weekend appena passato l’ho trascorso sul lago maggiore, fantastico!! Nei prossimi giorni farò un post dedicato, dove vi racconterò anche un po’ di storiella del lago e delle sue isole…e ovviamente vi inonderò di foto 😀

Oggi vi lascio una ricettina molto appetitosa per un primo piatto, chi non ama la pasta ripiena al forno? Io ne vado matta!!

LUMACONI RIPIENI DI RICOTTA E SPINACI AL FORNO

Ingredienti per 3-4 persone:

20 lumaconi (o altro tipo di pasta che si possa riempire tipo conchiglioni)

per il ripieno:

spinaci freschi, 500 g

ricotta vaccina, 150 g

crescenza, 80 g

parmigiano grattugiato, 50 g

un pizzico di noce moscata

sale e pepe

per condire:

passata di pomodoro, 300 g

uno spicchio d’aglio

un cucchiaio d’origano essiccato

olio e.v.o.

sale e pepe

2 piccole mozzarelle

una manciata di parmigiano grattugiato

 

Preparazione: lessate gli spinaci, scolateli, strizzateli bene e tritateli finemente. Riunite in una ciotola tutti gli ingredienti per il ripieno e amalgamate.

Per il sugo al pomodoro: in un pentolino versate 2 cucchiai d’olio e.v.o e insaporite con l’aglio schiacciato, dunque rimuovetelo e versatevi la passata di pomodoro, aggiustate di sale e pepe, unite l’origano e fate cuocere a fuoco basso per una decina di minuti, spegnete il fuoco e tenete da parte.

Cuocete la pasta  in acqua bollente salata per 10-12 minuti (o comunque meno del tempo di cottura indicato sulla confezione altrimenti la pasta rischia di rompersi in fase di farcitura), scolate e fate intiepidire.  Prendete una pirofila rettangolare di media grandezza, in modo che possa contenere bene la pasta, e imburratene base e bordi. Cominciate a farcire i lumaconi, ognuno con circa due cucchiaini di ripieno, e disponeteli nella pirofila. Quando avrete terminato di farcire, versate sulla pasta il sugo al pomodoro, disponetevi la mozzarella a tocchetti e cospargete col parmigiano. Infornate a 190 gradi per 15-20 minuti.

 

DSC00865[1]

DSC00866[1]

 

DSC00868[1]

 

 

 

 


Gnocchi semintegrali al ragù di salsiccia

Com’era? giovedì…gnocchi!! Ne vado ghiotta, che siano di patate, di zucca, normali, integrali, al kamut….secondo me sono sempre ottimi!! Quelli che vi propongo oggi sono particolarmente bbbboni 😀 preparati con patate (per me rosse), metà farina bianca e metà integrale, il tutto condito con un succulento ragù alla salsiccia… ok mentre scrivo ho già fame 😀

Ingredienti per 4 persone:

patate rosse (peso senza buccia), 525 g
8-9 cucchiai di farina (metà bianca 00 e metà integrale)+ q.b. per infarinare 
un pizzico di sale

per il ragù:
4 salsicce grosse di suino
una cipolla
una carota
passata di pomodoro, 300 ml
2-3 cucchiai d’olio e.v.o.
una manciata di prezzemolo tritato
sale (non troppo) e pepe

Preparazione: lessate le patate senza buccia finchè saranno molto morbide (circa 30 minuti da quando l’acqua bolle), poi scolatele e schiacciatele con lo schiaccia patate all’interno di una ciotola. Quando sono ancora calde unite le farine, il sale e impastate. Infarinate il piano di lavoro e fate gli gnocchi: prendete un pezzo di pasta e arrotolatela sul piano a mo’ di lungo salsicciotto, tagliatelo a piccoli pezzetti ed ecco gli gnocchi 🙂 sistemateli su di un vassoio (meglio se di cartone) infarinato e non troppo vicini tra loro. 
Per il ragù: tritate la cipolla e la carota e soffriggete a fuoco basso in una casseruola abbastanza capiente. Togliete la pelle alle salsicce e sbriciolatele, dunque mettete la carne nel tegame e fate rosolare; unite poi il pomodoro, poco sale e pepe, e il prezzemolo, mescolate e fate cuocere sempre a fuoco basso e coperto per circa mezz’ora. 
Portate a bollore abbondante acqua salata e cuocetevi gli gnocchi, che saranno cotti non appena torneranno a galla (1 minuto circa). Scolateli e trasferiteli nel tegame col sugo, rigirate e servite 🙂
6 Comments
POSTED IN:


Fusilli broccoli e gorgonzola

Miii che tristessss che mette questo tempo, meno male che stamattina c’è stato un piccolo spiraglio di sole e ho potuto portare la mia bestiolina a fare il giretto consueto del paese 🙂  
A pranzo difficilmente io e il mio fidanzato rinunciamo alla pasta, è così buona!! 
Un condimento che utilizzo spesso è questo, con broccoli e gorgonzola, ovviamente quando i broccoli sono di stagione eheh 🙂 la pasta preparata in questo modo è davvero gustosissima, pochi ingredienti per un risultato eccezzziunale veramente ;D
Ingredienti per 2 persone:

fusilli (o altro), 200 g
broccoli (pesati ancora da pulire), 500 g
gorgonzola dolce, 150 g
uno spicchio d’aglio
2 cucchiai d’olio e.v.o.
sale e pepe

Preparazione: pulite i broccoli dividendoli in cimette e tagliate a tocchetti il gambo privato della parte più dura, sciacquate il tutto e lessate in acqua bollente per 5 minuti, scolate e tenete da parte. 
Ponete sul fuoco l’acqua per la cottura della pasta.
Versate l’olio in una padella e fatevi soffriggere l’aglio, poi rimuovete e versatevi i broccoli; fateli insaporire a fuoco medio per 5 minuti, aggiustando di sale e pepe, unite il gorgonzola, abbassate la fiamma lasciando che si sciolga lentamente. Cuocete la pasta, scolatela e trasferitela in padella col sugo, rigirate e….bon appetit 🙂
8 Comments
POSTED IN:


Risotto cremoso allo stracchino e radicchio rosso

Ciao a tutti!! Scusatemi l’assenza, ma tra una cosa e l’altra non sono potuta esser presente qui sul blog come avrei voluto, mi faccio perdonare con un bel risotto cremosissimo e buono buono, posso? 🙂 

Ingredienti per 4 persone:

riso Parboiled (o altro se preferite), 8 manciate
una cipolla bianca o dorata
un cespo di radicchio rosso non troppo grande
stracchino (meglio se allo yogurt), 350 g
brodo vegetale, 1,25 l
olio e.v.o.
sale e pepe

Preparazione: pulite e tritate finemente la cipolla, e soffriggetela in un tegame con 3 cucchiai d’olio. Tagliate a listarelle il radicchio e unitelo alla cipolla, fate cuocere per un paio di minuti, mescolando. Unite il riso, fate tostare e versate tutto il brodo. Cuocete a fuoco medio-basso per 10 minuti. A metà cottura aggiustate di sale e pepate a piacere; ultimata la cottura abbassate del tutto la fiamma e unite lo stracchino, mescolando finchè si scioglierà. Servite subito 🙂


I miei passatelli…e noi azdore

“Romagna e Sangiovese, sei sempre nel mio cuore…”

Vi ho già detto quanto amo la mia Romagna, una terra ricca di tradizioni, di cultura, di sorrisi, di calore…e di azdore, di noi azdore…si mi ci metto anche io….chi sono le azdore? Ve lo dico subito. 
Azdora (o Arzdora) è un termine dialettale che in italiano significa “reggitrice, massaia”; indica la donna di casa romagnola, sostenitrice della famiglia, legatissima alle tradizioni della propria terra, in particolare riguardo alla cucina. L’azdora sà cucinare tutto, conosce ogni segreto, ogni trucco; è meglio di Bastianich, Ramsay, Cracco e Montersino…messi insieme. 
” Che dire di lei, musa ispiratrice dei nostri pensieri più grati, quando, seduti a tavola, mangiamo di gusto, con trasporto quasi estatico, i buoni piatti che lei ha preparato, complice il suo matterello”. 
Quante cose buone offre la Romagna…davvero tante…tante varietà di pasta al mattarello, chi non conosce i caplèt, ovvero i cappelletti? ^_^ E poi la piada romagnola, definita da Giovanni Pascoli il “pane dei romagnoli” simbolo di questa terra, che unisce i romagnoli tanto quanto li separa la sua ricetta (eh si, non ne esiste solo una) ^_^ 
Oggi vi lascio la ricetta di uno dei tipi di pasta strettamente romagnoli, i passatelli. E’ una pasta “particolare” nel senso che per prepararla non si usa farina, ma semplicemente pangrattato, parmigiano o grana, uova, sale e pepe. Una pasta che da prepararsi è semplice, ma bisogna seguire bene le dosi, per evitare che in cottura si sfaldi. L’impasto infatti deve risultare sodo ma non troppo duro, altrimenti quando andrete a passarli (a parte che vi farete dei bicipiti degni del miglior Tyson) si romperanno inevitabilmente in cottura. Ieri si usava questo strumento qui:
Oggi invece si può tranquillamente usare uno schiacciapatate ^_^
Seguendo le dosi che ora vi lascio, otterrete dei passatelli che potrete preparare sia in brodo che asciutti.
Ingredienti per 4 persone:

pangrattato, 7 cucchiai
parmigiano o grana grattugiati (o anche entrambi), 6 cucchiai
3 uova
acqua calda o brodo caldo, 2 cucchiai
un pizzico di sale
pepe

Preparazione: mettete pangrattato e parmigiano in una ciotola e mescolateli con un cucchiaio. In un’altra ciotolina sgusciate le uova e sbattetele con una forchetta, unite l’acqua o il brodo e sbattete ancora. Versate le uova nella ciotola col mix di pangrattato e formaggio e impastate, aggiustate di sale e pepe, formate una palla e  otterrete una pasta soda ma come dicevo più sopra non deve essere troppo dura. A questo punto mettete sul fuoco una pentola con del buon brodo di carne o anche vegetale e, quando bolle, versatevi dentro i passatelli facendoli cadere direttamente dallo schiacciapatate; dividete la palla in quarti e passate ogni quarto allo schiacciapatate, staccando i passatelli con l’aiuto di un coltello e facendoli cadere direttamente nel brodo bollente. Cuocete un minuto e servite ^_^
BUON APPETITO BURDE’L!! (ragazzi) ^_^

Risotto con porcini e speck

Buon venerdì!! Lo so, è venerdì 17, ma io non sono troppo superstiziosa 😀
Oggi vi propongo un risotto delizioso, preparato con porcini freschi (io uso quelli che raccolgo personalmente ^_^) e speck, semplice, ma slurposissimo!!!

Ingredienti per 2 persone:

riso “Roma”, 4 manciate
porcini freschi, 165 g 
speck a listarelle, 100 g
una cipolla bianca
brodo vegetale caldo, 1 litro
olio e.v.o.
sale e pepe

Preparazione: In una casseruola versate 2-3 cucchiai d’olio e soffriggetevi la cipolla tritata. Unite lo speck e fate rosolare. Intanto tagliate a tocchetti i porcini, dunque uniteli allo speck, salate e pepate. Cuocete per un paio di minuti, poi unite il riso e portate a cottura unendo il brodo (ci vogliono circa 15 minuti). Per un risultato più cremoso non fate asciugare del tutto il brodo. Servite bello caldo (ci sta bene anche una spolverata di parmigiano o grana :D) bon appetit!


Pausa relax in Sardegna e tagliolini con zucchine e robiola

Ciao a tutti!!! Mi ci voleva davvero una pausa, la settimana scorsa sono stata nella meravigliosa Sardegna! Io, il mio fidanzato e un’altra coppia di amici, ci siamo divertiti davvero un sacco, oltre che rilassati…e colorati 😀 Eravamo in un residence a San Teodoro, molto carino, poco distante dalla spiaggia e, grazie alla nostra automobilina presa a noleggio, ci siamo potuti spostare tranquillamente e visitare parte dei luoghi meravigliosi che vanta la Sardegna….
Ho modo di scrivere solo ora, avendo avuto un attacco di labirintite….babba bia! Giramenti di testa che manco a una trottola gira così ^_^ penso sia stato per via dell’aereo, dato che al ritorno ero nelle prime file, e avendo anche un apparecchio acustico il fastidio della pressione si è ulteriormente fatto sentire….
Ma ora mi sento molto meglio, e finalmente posso condividere con voi qualche scatto di questa fantastica terra…..

spiaggia “la cinta”

puntalidia

puntalidia

visuale dall’alto di cala Suraccia

capo Coda Cavallo

capo Coda Cavallo

cala Suraccia

cala Suraccia

cala Brandinichi o Tahiti

cala Brandinichi o Tahiti

cala Brandinichi o Tahiti

spiaggia “le tre sorelle”

spiaggia “le tre sorelle”

spiaggia “le tre sorelle”

spiaggia “le tre sorelle”

spiaggia “le tre sorelle”

Porto Rotondo

Porto Rotondo

Porto Rotondo

Porto Cervo

Porto Cervo

Porto Cervo

Porto Cervo

Ne ho messe solo alcune, dato che ne ho fatte solo 190 😛

Ora vi lascio una ricettina semplice ma gustosa, adattissima per l’estate, tagliolini con robiola e zucchine!; l’avevo già in serbo prima di partire, ma tra una cosa e l’altra non sono riuscita a postarla 🙂
Ingredienti per 4 persone:

tagliolini freschi, 300 g
3 zucchine non troppo grandi con i loro fiori
una cipolla bianca
robiola, 100 g
sale e pepe
olio e.v.o.
una manciata di prezzemolo fresco tritato

Preparazione: prendete una padella e versatevi 2 cucchiai d’olio. Tritate la cipolla e soffriggetela a fuoco dolce. Pulite e tagliate a stricioline le zucchine e i fiori e versatele in padella; aggiustate di sale e pepe, unite il prezzemolo e lasciate cuocere a fuoco medio-basso finchè le zucchine saranno tenere. Cuocete i tagliolini in acqua bollente salata per pochi minuti, scolate e trasferiteli nella padella con le zucchine, unite la robiola a pezzetti e saltate la pasta finchè il formaggio sarà sciolto. Servite subito, magari con una spolverata di prezzemolo fresco ^_^

4 Comments
POSTED IN:


Lasagne vegetariane con verdure e mozzarella

Buongiorno a tutti! eh…meno male che oggi le previsioni del tempo avevano messo pioggia…c’è un gran sole! Ahahaha vabbè, in tre giorni tre climi diversi….lunedì caldissimo, ieri diluvio e freddo, oggi caldo ancora…poi uno come fa a non ammalarsi? Per me se non piove tanto meglio, non solo perchè la pioggia la odio a prescindere :D, ma anche perchè così i lavori nella mia casetta procedono per il meglio, visto che siamo agli sgoccioli ^_^
Oggi vi propongo una bella lasagna in tema con l’arrivo della bella stagione (almeno, in teoria dovrebbe esser cosi), ricca di verdure, bella da vedere perchè tutta colorata e assolutamente divina da mangiare!

Ingredienti per 4-6 persone:

sfoglie per lasagne verdi (io uso quelle secche), 150 g
una carota
una cipolla bianca
funghi champignon, 200 g
2 grossi peperoni, uno rosso e uno giallo
un mazzetto di rucola
olive nere snocciolate, 100 g
pesto alla genovese pronto, 190 g
mozzarella, 275 g
formaggio grattugiato (grana o parmigiano), 100 g
un litro di brodo vegetale caldo
 un cucchiaino di zenzero
un cucchiaio di erba cipollina tritata
olio e.v.o.
sale e pepe

Preparazione: pulite i funghi e tagliateli a pezzetti, fate lo stesso anche con i peperoni e tenete da parte. Pulite la carota e la cipolla, tritatele finemente e fatele soffriggere in 2-3 cucchiai d’olio. Unite i funghi e i peperoni, salate, pepate e aggiungete anche lo zenzero, l’erba cipollina, la rucola tritata e fate cuocere cosi un paio di minuti, poi unite il brodo e proseguite la cottura a fiamma media finchè il brodo è quasi del tutto evaporato (circa 20 minuti). Verso la fine della cottura unite anche le olive sgocciolate, spegnete il fuoco e tenete da parte. Tagliate a pezzetti la mozzarella. Ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua, portate a bollore e cuocetevi le sfoglie di pasta, quando sono cotte trasferitele in una ciotola con acqua fredda. Prendete una teglia (io ho usato una teglia rettangolare in alluminio usa e getta da 6 porzioni), coprite la base con poco pesto, fate un primo strato di pasta, poi uno strato di verdure, mettete qualche pezzetto di mozzarella, ancora un po’ di pesto e cospargete col formaggio grattugiato, poi ancora uno strato di pasta e ripetete lo stesso procedimento, terminando con le verdure la mozzarella, il pesto e il formaggio, versate un filo d’olio sulle lasagne e infornate a 180 gradi per 25/30 minuti.