Tag Archives: ricotta

Crescioni agli stridoli

Gli stridoli..ma quanto sono buoni??

Conosciuti anche con il nome di: strigoli, carletti, sclopit, schioppettini, sonaglini, cavoli della comare, bubbolini, cannatella, tagliatelle della Madonna, erba del cucco… gli stridoli assumono nomi diversi in quanto crescono in tutta Italia; si tratta di un’erbetta dalla foglia leggermente carnosa, il cui sapore ricorda quello degli spinacini, dell’asparago o dei piselli appena raccolti. Qui in romagna gli stridoli vengono solitamente utilizzati per cucinare un ottimo sugo per condire la pasta, per preparare frittate o ancora per il ripieno dei ravioli. Unica cosa è che ne servono abbastanza anche solo per due persone, perchè lessandoli si riducono a pochissimo..

Per quanto mi riguarda li ho sempre utilizzati in quest’ultimo modo, ovvero come ripieno per ravioli…

e così, mi sono detta: beh, siamo in romagna, perchè non prepararci degli ottimi crescioni?

Con questa ricetta avrete 8 crescioni, ma a seconda di quanti ne volete preparare vi basta cambiare le dosi in proporzione.

INGREDIENTI PER 8 CRESCIONI:

PER LA PASTA:

farina 00, 500 g

un cucchiaio di miele (acacia o millefiori)

olio di semi di girasole,  4 cucchiai

sale, 10 g

mezzo cucchiaino di bicarbonato

latte q.b.

PER IL RIPIENO:

stridoli (peso già lessati e strizzati), 400 g

ricotta preferibilmente bio di mucca, 200 g

formaggio grattugiato ( per me mix di parmigiano e grana),60 g

olio evo, 2 cucchiai

uno spicchio d’aglio

sale q.b.

PREPARAZIONE: anzitutto procediamo col preparare il ripieno; in una padella versare l’olio evo e l’aglio tritato finissimo, far soffriggere e unirvi gli stridoli, salare e lasciar insaporire per pochi minuti, devono risultare “asciutti”. Frullare leggermente o tritare grossolanamente, lasciare almeno intiepidire. In una ciotola mescolare la ricotta, gli stridoli, il formaggio e se volete un altro pizzico di sale, utilizzando una forchetta.  

Prepariamo la pasta: in una ciotola abbastanza larga versarvi la farina mescolata al bicarbonato, fare un buco al centro e mettervi il miele, l’olio e il sale. Cominciare ad impastare unendo il latte poco per volta, terminando di lavorare la pasta su un piano di lavoro leggermente infarinato. Deve risultarvi una pasta morbida ed elastica che non appiccichi. Coprite con un panno e lasciatela riposare per almeno 10 minuti.

Riprendere la pasta e lavorarla ancora sul piano di lavoro, formando un lungo cilindro. Dividete in pezzi da 100 grammi e formate tante palline. Stendere ognuna di esse col mattarello in sfoglie abbastanza sottili e dalla forma leggermente ovale, che terrete in verticale. Mettere 3 forchettate di ripieno sulla metà di ogni “ovale” e chiuderlo a mezzaluna ripiegando sul ripieno la parte “libera” di impasto. Chiudete il bordo con una rotellina tagliapasta o, se non l’avete, con i rebbi della forchetta.

Scaldate sul fuoco una piastra o padella larga e antiaderente. Cuocervi i crescioni per 1-2 minuti per lato, compreso il bordo più lungo, punzecchiandoli con una forchetta appena li mettete a cuocere.  I vostri crescioni sono pronti!


Ravioli dolci con ricotta e cioccolato…al forno!

Ma come? Cioè prima questa manca per mesi poi addirittura due ricette nel giro di due giorni? Beh…si. ahaha 😉

Chi l’ha detto che durante il periodo di carnevale i dolci devono essere rigorosamente fritti? Per quanto mi riguarda adoro mangiare cibi fritti, ma farlo proprio no, solo in casi di estrema necessità, ovvero quando il fidanzato lo reclama a gran voce con tanto di protesta e cartelloni in giro per casa… 😉

Ravioli dolci, al forno, ripieni di ricotta e gocce di cioccolato.

Con queste dosi ne vengono circa 25-26 .

Potete scegliere se fare l’impasto con la planetaria oppure a mano.

INGREDIENTI:

farina 00, 450 g

zucchero di canna, 100 g

burro ammorbidito, 50 g

2 uova

un vasetto di yogurt al naturale

un cucchiaino raso di lievito per dolci

PER LA FARCIA:

ricotta, 200 g

zucchero a velo vanigliato (o zucchero a velo normale + una bustina di vanillina), 2 cucchiai

gocce di cioccolato, 70 g

PREPARAZIONE: in planetaria (o in una ciotola abbastanza grande), sgusciare le uova, unire lo zucchero e cominciare a mescolare (se usate la planetaria con gancio K oppure a mano con una forchetta). Unire lo yogurt, il burro a pezzetti e continuare a mescolare. Aggiungere lievito e farina, mescolare poi trasferire il composto su un piano infarinato; lavorare a mano per un minuto, aggiungendo farina se necessario; dovrete ottenere una pasta liscia e soda che non si attacchi alle mani. Coprire con della pellicola e porre in frigo 30 minuti.

Per il ripieno: in una ciotola versare tutti gli ingredienti e mescolare con un cucchiaio.

Riprendere la pasta e stenderla col mattarello su un piano infarinato in una sfoglia non troppo spessa. Ricavare col coppapasta tanti dischi (diametro 9 cm), al centro di ognuno porre un cucchiaino abbondante di ripieno. Bagnare i bordi di ogni disco con poca acqua e chiuderli a mezzaluna, schiacciare poi il bordo coi rebbi della forchetta. Reimpastare l’eccedente e ripetere le stesse operazioni.

Sistemare i ravioli su teglia foderata con carta forno. Cuocere in forno caldo ventilato a 180 gradi ( statico 190 gradi) per 20 minuti.

Lasciare almeno intiepidire e spolverizzare con zucchero a velo.


Chiffon cake al caffè con crema al cocco e ricotta

Buondì, e con la ricetta che vi propongo non potrebbe essere altrimenti…

Cosa c’è di meglio di una sofficissima, altissima e buonissima chiffon cake che ci attende a colazione? Beh, credo il fatto che, oltretutto, è al caffè 😉

Le dosi sono per 8 persone ma potete ridurle o aumentarle in proporzione, per la sua realizzazione è necessario lo stampo apposito da chiffon cake, in questo caso da 26-28 cm di diametro.

INGREDIENTI:

zucchero, 300 g

farina 00, 235 g

6 uova

acqua e caffè (metà e metà del totale), 160 g

olio di semi (meglio se di girasole), 120 g

un cucchiaino di bicarbonato

una bustina di lievito per dolci

una bustina di vanillina o un cucchiaino di aroma alla vaniglia

un pizzico di sale

PER LA CREMA:

ricotta, 250 g

miele (acacia o millefiori), 2 cucchiai

farina di cocco, 20 g

PREPARAZIONE: separate tuorli e albumi in due ciotole grandi.

Montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungete acqua, caffè, olio, vanillina e mescolate sempre con la frusta.

Nell’altra ciotola montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale, quindi incorporateli delicatamente e poco per volta al composto coi tuorli, mescolando dal basso verso l’alto con una spatola o un cucchiaio di legno.

A parte mescolate farina, bicarbonato e lievito, uniteli poi al composto “liquido” passandoli da un setaccio e poco alla volta, mescolando.

Prendete lo stampo, ungetelo e versatevi il composto. Cuocete in forno caldo e statico a 165 gradi 55 minuti, poi a 175 gradi per 10 minuti.

Sfornate, capovolgete su una gratella e lasciate raffreddare in questa posizione per almeno 5 ore. Il dolce si staccherà da solo.

Mentre la torta cuoce preparate la crema: in una ciotola mescolate con una frusta tutti gli ingredienti e ponete in frigo coperta con pellicola fino al momento di usarla per decorare. Io l’ho messa in una sac a poche con beccuccio a stella e ho realizzato tanti ciuffetti sulla superficie del dolce, ma spazio alla fantasia! 🙂